Il progetto “Gestione e conservazione di agroecosistemi e di ambienti forestali a favore dell’avifauna di interesse conservazionistico nel Parco del Ticino”, promosso da Fondazione Lombardia per l’Ambiente e Parco Lombardo della Valle del Ticino e cofinanziato da Fondazione Cariplo nell’ambito del bando Biodiversità 2011, si prefigge di eseguire interventi che migliorino lo stato di conservazione degli ambienti agricoli e forestali presenti nell’area protetta, in particolare a favore dell’avifauna di interesse conservazionistico. L’opportunità di realizzare questo progetto deriva dai dati emersi da studi pregressi svolti nel Parco del Ticino ed in ambito lombardo. In particolare negli ambienti forestali del Parco risultano evidenti, ormai da alcuni anni, forme di degrado dipendenti ad esempio dalla diffusione di specie alloctone invasive, mentre negli ambienti agricoli l’avifauna trarrebbe beneficio dalla creazione, ripristino e mantenimento di  prati stabili e marcite nonché dalla messa a dimora di nuove siepi e nuclei arbustivi.

apatura iliaAlcune tra tali tipologie di intervento rappresentano un’innovazione in termini di conservazione di habitat e specie per gli ambiti planiziali e l’interesse alla loro realizzazione deriva dalla possibilità di implementare e verificare in una delle aree protette più vaste e meglio tutelate della Pianura Padana sia la loro validità ecosistemica sia la loro ripetibilità su scala ampia (area protetta) e su scala locale (azienda agricola).

Il progetto ha durata quadriennale e si concluderà a fine 2015.